a-beer-y-good-day

 

SEI UNA MAMMA, UN ARTIGIANO, UN COMMERCINATE O IMPRENDITORE?  NON SAI COSA SCEGLIERE PER LA TUA CASA O PER IL TUO LOCALE?

VIENI A TROVARCI E TI GUIDEREMO NELLA SCELTA GIUSTA PER RISCALDARE I TUOI AMBIENTI RISPETTANDO L’AMBIENTE SENZA COSTI ESOSI.

Ecco intanto una piccola guida sulle varie stufe sopra elencate:

la stufa elettrica con resistenza è forse la prima ad essere stata messa in commercio adatta a riscaldare piccoli ambienti in poco tempo, forse più conosciuta come termoventilatore o anche termoconvettore, all’inizio il loro consumo era notevole e ci si limitava ad accenderle, ma col tempo il consumo e il design sono migliorati di molto.

la stufa elettrica alogena è una delle soluzioni con i consumi elettrici più bassi perché il calore viene prodotto da delle lampade alogene a risparmio energetico.  mentre con la stufa a resistenza si parlava di 2000 w/h qui si parla di circa 800 w/h. In questo modello il calore viene propagato nell’aria circostante tramite un sistema di ventole interne che permettono di riscaldare rapidamente piccoli ambienti ma vengono anche utilizzate in camera da letto per la loro illuminazione soft.

la stufa elettrica al quarzo è simile alla stufa alogena ma con lampade appunto al quarzo, ogni lampada consuma 400w quindi a seconda del numero di lampade si può calcolare il consumo complessivo, essa è facile da trasportare ed è indicata per ambienti più grandi.

la stufa elettrica a infrarossi  queste finzionano a irraggiamento, riscaldano solo ciò che viene a contatto con i suoi raggi, il calore viene propagato molto facilmente  e il vantaggio è che non c’e’ spreco di calore nella stanza datro che come abbiamo scritto esso e’ irradiato solo verso gli oggetti che sono nel suo campo, essa può essere anche oscillante, solitamente è impiegata solo per brevi periodi tipo quando si è seduti a tavola o sul divano. i consumi sono limitati